Tirocini nell'ambito del progetto "Ong 2.0 Cambiare il mondo con il web"
Vuoi conoscere da vicino il mondo delle Ong e della cooperazione internazionale? Offriamo 20 tirocini curriculari in 7 Ong italiane facenti parte di redazione di Volontari per lo Sviluppo,magazine di informazione online, e promotori di Ong 2.0, tra le quali il CO.P.E.  
http://www.volontariperlosviluppo.it/index.php?option=com_content&view=article&id=2950:cooperazione-call-per-tirocinanti&catid=131&Itemid=200108
Leggi tutto
ABBIAMO RISO PER UNA COSA SERIA 2014

Anche quest'anno, a partire da sabato 17 maggio, ritorna "Abbiamo riso... Per una cosa seria", la campagna nazionale promossa da Focsiv-Volontari nel mondo e le ong aderenti, tra le quali il CO.P.E., sul diritto al cibo e il sostegno ai progetti nei Sud del mondo!

Presso le postazioni allestite nelle parrocchie e nelle piazze, troverete i nostri volontari che distribuiranno le confezioni di riso Thai certificato Fairtrade con un'offerta minima di 5€: i fondi raccolti quest'anno contribuiranno al sostentamento della mensa scolastica della scuola materna "Sisi ni kesho" nel villaggio di Msindo, nel sud della Tanzania, progetto avviato dal CO.P.E. nel 2007 e gestito dal Comitato dei genitori dei bimbi! CONSULTATE IL SITO  www.abbiamorisoperunacosaseria.it  per conoscere i progetti sostenuti dalla ong aderenti e le postazioni in tutta ITALIA!
  1. SABATO 17 MAGGIO, dalle 10 alle 20 PRESSO PIAZZA STESICORO, CATANIA;
  2. VENERDI' 23 MAGGIO, dalle 20 in poi, presso il CORTILE CGIL-CHIOSTRO DI SAN GIULIANO, VIA CROCIFERI 40, CATANIA;
  3. SABATO 24 (messe delle ore 16,30 e 18)E DOMENICA 25 MAGGIO (messe delle ore 10, 11,30 e 19) presso la CHIESA DI S.EUPLIO, piazza Montessori Catania,
  4. SABATO 24 (messa delle 18)E DOMENICA 25 MAGGIO (messe delle ore 8,30-10-12 e 19) presso la CHIESA DI S.S. PIETRO E PAOLO, via Siena, Catania;
  5. SABATO 24 (messa delle 18)E DOMENICA 25 MAGGIO (messe delle ore 8,30-11e 19) presso la CHIESA DI S. MARIA DELLA PACE A TREMESTIERI ETNEO;
  6. DOMENICA 25 MAGGIO dalle 10 alle 12 PRESSO LA CHIESA SS. ECCE HOMO DI RAGUSA;
  7. DOMENICA 1 GIUGNO ORE 10 E 19 PRESSO LA PARROCCHIA MARIA MADRE DELLA CHIESA DI BOSCO MINNITI, SIRACUSA ;
  8. DOMENICA 1 GIUGNO ORE 10 presso la CHIESA DI CROCIFISSO DELLA BUONA MORTE, piazza Falcone, Catania;
Vi aspettiamo, siete i benvenuti-Karibuni sana!
Leggi tutto
Inaugurazione del Centro Pole Pole in Tanzania e passaggio del giro in Handbike!
La traversata di Norberto De Angelis per il sostegno ai disabili della Tanzania è cominciata!!! Potete seguire tutte le tappe su Less is More - La traversata in handbike della Tanzania e sul blog di Cycle1 Magazine:
http://www.cyclemagazine.it/cycle/category/blogosfera/less-is-more/ Domani, 23 ottobre, Norberto e i suoi compagni di viaggio passeranno anche dal villaggio di Nyololo, nella regione di Iringa, per partecipare all'inaugurazione del Centro di Riabilitazione motoria su base comunitaria "Pole Pole" del CO.P.E., finanziato da donatori privati, da Filo Diretto onlus e dalla Diocesi di Caltagirone (ci sarà anche il Vescovo e una delegazione di sostenitori del calatino) e il nostro Presidente Michele Giongrandi!! Safari Njema a Norberto e tutti i suoi compagni di viaggio!
Leggi tutto
Bando di selezione per 1 partecipante al corso "Addetto alla preparazione di piatti tipici regionali"
Bando di selezione del 10-08-2014 Sono riaperti i termini per la selezione di n. 1 partecipante al corso di formazione "Addetto alla preparazione di piatti tipici regionali", nell'ambito dell'Avviso 1/2011, progetto "Lavoro e formazione:strumenti d'integrazione". Il termine per la presentazione delle domande scade il 21 ottobre 2013 ore 10.  
Leggi tutto
Comunicato stampa sulla tragedia di Lampedusa

COMUNICATO STAMPA

CATANIA, 4 OTTOBRE 2013

Siamo vicini alle famiglie che hanno perso i loro figli e figlie in mare durante la traversata nel tentativo di raggiungere le coste lampedusane.

Siamo vicini ai soccorritori, persone che nonostante lo sgomento hanno affrontato con coraggio le operazioni di salvataggio e recupero dei cadaveri e che ancora, nelle prossime ore, dovranno affrontare (stime riferiscono di ancora 250 dispersi). Siamo vicini ai cittadini di Lampedusa che, come di Scicli qualche giorno addietro, mai avrebbero pensato che il posto dove vivono sarebbe diventato un cimitero, un approdo in cui a morire non è solo la speranza. Il mare,la notte scorsa, era calmo e ieri il sole e la tranquillità delle acque stridevano con la realtà cupa che ogni ora continua a venire a galla. Un mare, quello che circonda la Sicilia, tinto di rosso di troppo sangue versato da innocenti, persone disperate in fuga da guerre, orrori e tiranni che affrontano un lungo viaggio in condizioni inumane, nella speranza che l’approdo sulle nostre coste possa significare salvezza, prima, e costruzione di una vita degna in seguito. A Scicli, Lampedusa, a Catania e altrove uomini, donne e bambini sono annegati perché non sapevano nuotare in mare, non sapevano nuotare tra le lacrime di disperazione, tra gli sporchi interessi di chi li porta dall’Africa e dal Medio Oriente e dalle coste del mediterraneo meridionale a noi; non sapevano nuotare nell’ipocrisia dell’Europa che non agisce contro lo sfruttamento della disperazione; sono morti annegati nell’indifferenza dei pescherecci che non li hanno soccorsi… A Lampedusa, vi è un’opera simbolica, la Porta d’Europa, un miraggio; la Porta d’Europa è la porta di una nuova vita o forse dell’Ade? Ci chiediamo come sia possibile che l’Europa, di cui la Sicilia rappresenta la porta d’ingresso per questa umanità disperata, debba essere tanto sorda e indifferente da trasformare la disperazione in altra disperazione in una spirale infinita che porta alla morte, spesso, atroce, di bambini, donne e uomini ed è anche per questo motivo che rivolgiamo un appello ai mezzi di comunicazione e alla stampa di non solo dare diffusione e copertura a tale tragedia ma di andare oltre il sensazionalismo che una tale tragedia umana trasmette e di contribuire a creare una sensibilità presso l’opinione pubblica per rendere consapevoli i cittadini e responsabili le istituzioni nei confronti di questa tragedia umana che appare senza fine. Il COPE, da sempre vicina alle istanze dei poveri del mondo, approva l’istituzione di una giornata di lutto nel nostro Paese nella speranza che però possa essere considerata un lutto europeo! Richiamiamo l’attenzione sulla frase di Papa Francesco a luglio in visita a Lampedusa: “No alla globalizzazione dell’indifferenza” e diciamo sì alla “globalizzazione della solidarietà “.
Leggi tutto
1 13 14 15
Da più di 35 anni ci impegniamo a cambiare il mondo al fianco delle popolazioni locali.
APPROFONDISCI
CONTO CORRENTE intestato a CO.P.E. – COOPERAZIONE PAESI EMERGENTI
via Vittorio Emanuele 159 Catania

Presso BANCA ETICA
IBAN: IT34G0501804600000011351483
Swift/BIC: ETICIT22XXX (se fuori UE).
linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram